Home Approfondimenti Nba Talk: in corso l’All Star Game ad Indiana!

Nba Talk: in corso l’All Star Game ad Indiana!

da michele
Nba Talk

Un saluto a tutti voi cari appassionati di basket e benvenuti per una nuova puntata della nostra rubrica Nba Talk! Una settimana fa avevamo fatto il punto sulla chiusura del mercato ma quest’oggi parleremo dell’all star game visto che a breve le stelle delle due conference scenderanno in campo e possiamo intanto già parlare di alcune interessanti gare che si sono già svolte in quel di Indiana. Cominciamo da una gara da 3 punti molto particolare, quella che ha visto affrontarsi semplicemente il miglior tiratore di sempre Stephen Curry da una parte e Sabrina Ionescu – professionista nella WNBA – dall’altra! So quello che state pensando, Steph ha vinto a mani basse ma vi assicuro che non è stato così semplice nemmeno per il fenomeno dei Warriors spuntarla:

Che partita tra questi due! Hanno entrambi una tecnica di tiro impeccabile

La Ionescu ha cominciato la gara caldissima segnando le prime 7 conclusioni consecutive mentre Curry ci ha messo un po’ a carburare ma alla fine è riuscito ad essere il migliore concludendo l’ultimo round 29 a 26! Vi confesso che non lo seguo tanto come la Nba ma devo ammettere che negli ultimi anni mi ci sono avvicinato alla WNBA e ormai ci sono talenti notevoli anche tra le donne in America e non solo tra gli uomini, non sottovalutatelo il basket femminile. Per quanto riguarda invece la gara canonica del tiro dalla lunga distanza questa volta i contendenti in gara erano ben otto: Trae Young degli Hawks, Donovan Mitchell dei Cavaliers, l’idolo di casa Tyrese Haliburton, Malik Beasley dei Bucks, Karl-Anthony Towns dei Wolves, Jalen Brunson dei Knicks, Lauri Markkanen dei Jazz ed infine Damian Lillard sempre dei Bucks. Dopo i primi turni sono rimasti fino alla fine Young, Towns e Lillard e alla fine di tutto proprio il playmaker di Milwaukee ha portato a casa la vittoria:

Vittoria sofferta per il numero 0 ma comunque meritata

Vittoria davvero importante per Lillard che diventa il primo giocatore ad aver vinto due anni fila questa competizione dopo Jason Kapono (2007, 2008), ma anche tanti anni fa Larry Bird, Craig Hodges, Mark Price e Peja Stojakovic. D’altronde non stupisce più di tanto visto che tra i giocatori di quest’anno solo Curry e Harden hanno fatto meglio di lui! In chiusura vorrei spendere qualche parola anche sulla gara delle schiacciate che per la verità è tanti anni che latita parecchio e pure questa volta onestamente non si capisce come mai abbiano chiamato gente come Jaylen Brown o Jaime Jaquez Jr. che per carità (soprattutto il primo) sono ottimi giocatori ma centrano poco con questa gara perché non hanno chissà quale elevazione. Tuttavia per il secondo anno consecutivo un fenomeno di questa specialità ha partecipato e quindi lustriamoci gli occhi con le azioni salienti:

Con tutti i giocatori mediocri in fondo alle panchine Nba possibile che non ci sia spazio per lui?

Mac McClung per il secondo anno di fila ha portato schiacciate pazzesche e verrebbe da chiedersi: non c’è proprio nessuna squadra della lega che gli possa dare un contratto anche al minimo? Certo che non si può sempre schiacciare e basta in partita questo è vero però non è che il 14esimo o 15esimo siano sempre dei fenomeni, anzi. Perché sennò è un po’ strano che vinca uno che di fatto non fa nemmeno parte della Nba, non siete d’accordo anche voi? Su quest’ultima riflessione sarei curioso di sapere cosa ne pensate voi, fatecelo sapere nei commenti. Chi vincerà secondo voi nella partita di stanotte, Est o Ovest? Per la puntata di oggi della nostra rubrica Nba Talk è davvero tutto, grazie per l’attenzione e a risentirci alla prossima settimana sulle pagine di Varzone!

You may also like

Lascia un commento